Comitato Internazionale per l’Etica della Biomedicina (CIEB)
International Committee for the Ethics of Biomedicine (ICEB)

Il CIEB è il network scientifico internazionale creato da docenti universitari ed esperti di diverse discipline e nazionalità allo scopo di riportare i principi e i valori cui si ispira la riflessione bioetica al centro della gestione politica del Covid, superando la mera contrapposizione tra dati scientifici e restituendo alla società civile i punti di riferimento etico da porsi alla base delle scelte politiche e delle decisioni normative

CIEB is the international scientific created by university professors and experts from different disciplines and nationalities with the aim of bringing back the principles and values ​​that inspire bioethical reflection at the center of the political management of Covid, overcoming the mere contrast between scientific data and restoring to civil society the ethical points of reference to be placed at the basis of political choices and regulatory decisions


Pareri/Opinions

English

Français

Deutsch

Persone/People

Il CIEB è stato ideato da Luca Marini , docente di diritto internazionale presso l’Università di Roma “La Sapienza” ed ex Vice presidente del Comitato Nazionale per la Bioetica (CNB), ed è promosso con Francesco Benozzo , docente di filologia e linguistica presso l’Università di Bologna “Alma Mater Studiorum”, e Laurent Mucchielli , sociologo e direttore di ricerca presso il CNRS

Al CIEB partecipano:

Lorenzo Alibardi, docente di biologia cellulare presso l’Università di Bologna “Alma Mater Studiorum”;  Anne-Marie Begué-Simon, docente di scienze sociali presso l’Università di Rennes 1; Jean-Paul Bourdineaud , docente di tossicologia e biochimica presso l’Università di Bordeaux; Bartosz Brozek, docente di filosofia e diritto presso l’Università Jagellonica di Cracovia;  Elise Carpentier, docente di diritto pubblico presso l’Università di Aix Marseille; Bruno Cheli , docente di statistica presso l’Università di Pisa; Maria Luisa Chiusano, docente di biologia molecolare presso l’Università di Napoli “Federico II”;  Claudia Ciancaglini, docente di glottologia presso l’Università di Roma “La Sapienza”;  Daniela Danna, ricercatore di sociologia presso l’Università del Salento; Anna Rosa Garbuglia , virologa molecolare e dirigente biologo presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma; Fabrice Megrot,  ricercatore di biomeccanica e bioingegneria presso l’Università Tecnologica di Compiègne; Alessandro Fraleoni Morgera , docente di scienza dei materiali presso l’Università di Chieti-Pescara; Gabriella Paolucci , docente di sociologia dell’ambiente presso l’Università di Firenze; Patrice Petit,  ricercatore di neuroscienze presso l’Università Paris Cité; Jouliette Rouchier , economista e direttore di ricerca presso il CNRS; Jean-Marie Seca, docente di sociologia presso l’Università di Lorraine;  Matthieu Smyth, ricercatore di scienze religiose presso l’Università di Strasburgo;  Christian Toinard, docente di informatica presso l’Institut National des Sciences Appliquées “Centre Val de Loire”;  Christian Velot, docente di genetica molecolare presso l’Università di Paris-Saclay;  Fabio Vighi, docente di Critical Theory presso la Cardiff University;  Manuel Zacklad, docente di scienze dell’informazione e della comunicazione presso il Conservatoire national des arts et métieres 

Rapporti internazionali: Tomaso Pascucci  Rosamaria Verardi

cieb.bioetica@gmail.com